L’esame NCLEX

Valutazione dell’esame NCLEX


Valutazione dell’esame NCLEX

L’NCLEX è un esame che non ha voti; si riceve soltanto l’indicazione passato o non passato. Le domande dell’esame sono calibrate alle competenze di ciascun candidato dal computer centrale durante il test.
Il sistema interattivo del computer (CAT) seleziona la domanda successiva sulla base delle competenze dimostrate nelle domande precedenti e alterna domande difficili e facili per stabilire un accurato livello di competenze professionali.

Nel ripasso, per l’esame, tieni conto che dura 6 ore e contiene 265 domande. Tutte nel formato di scelta multipla con quattro opzioni possibili. inoltre alcune parti del test includono risposte multiple, spazi bianchi da riempire, seleziona e trascina e classifiche. Quindici domande non saranno valutate in quanto poste solo per motivi
statistici.

 

Quando termina l’esame?

L’esame NCLEX termina quando:

  • Almeno 75 domande sono state risposte e il minimo di competenza richiesto è stato dimostrato
  • Un minimo di 75 domande sono state risposte ed è stata dimostrata una macanza di competenza
  • È stata data una risposta a tutte le 265 domande
  • Sono trascorse le 6 ore

 

Quando sarà disponibile il resultato?

Non sarà fornito un punteggio numerico. Il risultato del test sarà disponibile attraverso il Board of Nursing (BON) circa quattro settimane dopo il test. Se il Nursing Board al quale partecipi fa parte del servizio di risposta veloce, i risultati non ufficiali saranno
disponibili entro 48 ore.
In caso di fallimento, i candidati riceveranno l’”NCLEX CPR”, un documento personalizzato di due pagine sull’esame sostenuto. Se durante l’esame non si è risposto al numero minimo di domande (75 per l’NCLEX-RN), sarà inviato un CPR in forma abbreviata, contenente l’indicazione del numero di domande a cui si è risposto,
e di quante ne siano necessarie per essere valutati.

 

CPR (Candidate Performance Report)

Il CPR altro non è se non una relazione sulla prova sostenuta dal candidato durante l’esame. Il documento si compone di poche pagine: inizialmente si ha una breve introduzione circa il funzionamento del CAT (Computerized Adaptive Testing) e successivamente si ha l’indicazione del numero di domande a cui si è risposto (entro un minimo di 75 e un massimo di 265).
Nella seconda facciata, in maniera più dettagliata sarà indicata l’esatta percentuale di risposte esatte ottenute in ciascuna area, e sarà inoltre specificato il livello raggiunto tramite tre criteri: “above the passing standard” (sopra il livello standard), “near the
passing standard” (vicino allo standard), “below the passing standard” (al di sotto dello standard). Questo per aiutare il candidato a capire quali sono i suoi punti di forza e di debolezza nelle materie oggetto di valutazione, anche in vista del prossimo NCLEX.
Questo documento mira unicamente a dare maggiori informazioni sui punti di forza e di debolezza, anche perchè l’NCLEX non viene valutato a sezioni, ma nella sua totalità, ed è questo che permette di determinare se un candidato è considerato
promosso oppure no.

Un esempio di questo documento, pua essere visualizzato ciccando sul link che segue: https://www.ncsbn.org/Sample_CPR_RN.pdf

 

Tempistica per rifare l’esame

I candidati possono ritentare l’esame dopo un periodo di tempo compreso tra i 45 e i
90 giorni, in base a quanto stabilito dal Board of Nursing dello Stato in cui si è
sostenuto l’esame. In nessun caso l’esame potrà essere rifatto prima di 45 giorni.
Per rifare l’esame il candidato dovrà contattare il Board of Nursing dello Stato di
riferimento per comunicare l’intenzione di rifare l’esame. Il candidato dovrà
obbligatoriamente registrarsi di nuovo alla Pearson VUE (pagando nuovamente tutte
le tasse di cui al punto 7) e attendere l’invio del nuovo ATT. Solo a questo punto sarà
possibile riprogrammare l’esame, rispettando i 45 giorni obbligatori tra un esame e
l’altro.

Per maggiori informazioni:
https://www.ncsbn.org/2917.html

 


Print Friendly, PDF & Email