nurse@adevia.com12b The Shaftesbury Centre85 Barlby Road+44 (0) 208 969 0677


US Immigration



Immigration-300x300

L’America è sempre stata una nazione di immigranti. Dal 15esimo secolo, i primi europei, guidati dagli spagnoli e dai francesi, cominciarono a stabilirsi in quelli che poi sarebbero diventati gli USA.

Nel 1607 gli inglesi fondarono la loro prima colonia permanente, oggi America, a Jamestown in Virginia. La maggior parte degli immigrati andarono in America alla ricerca di opportunità economiche. Tuttavia, a causa dell’elevato prezzo del trasferimento, circa la metà o più degli europei bianchi che intraprendevano il viaggio lo hanno fatto diventando dipendenti sotto contratto.

Un altro gruppo di immigranti che arriva contro la loro volontà durante il periodo coloniale fu quello degli schiavi neri dell’africa dell’ovest. La guerra civile americana (1861-1865) è il risultato dell’emancipazione di circa 4 milioni di schiavi. Anche se il numero esatto non si potrà mai sapere si crede che tra i 500 000 e i 650 000 africani furono portati in America e venduti in schiavitù tra il 17esimo e il 19esimo secolo.

Tra il 1815 e il 1865 la maggior parte degli immigranti veniva dal nord e ovest dell’Europa, con quasi un terzo dall’Irlanda, che attraversava una grande carestia alla metà del 19esimo secolo. Negli anni 40 dell’800 quasi la metà degli immigranti veniva solo dall’Irlanda, tipicamente impoveriti questi irlandesi si stabilizzarono nelle città vicino al loro punto di arrivo sulla costa orientale. Tra il 1820 e il 1830, circa 4.5 milioni di irlandesi emigrarono verso l’America.

Il 19esimo secolo vide gli USA ricevere circa 5 milioni di immigrati tedeschi. Molti di essi soggiornarono nell’attuale Midwest per comprare fattorie o riunirsi in città come Milwaukee, St. Luis e Cincinnati. Nel censimento nazionale del 2000, più americani hanno affermato la provenienza tedesca di qualsiasi altro gruppo.

Durante la metà del 1800, un numero significativo di immigranti asiatici si trasferì in America. Attirati dalla notizia della corsa all’oro, quasi 25000 cinesi emigrarono lì nei primi anni 50 dell’800. A seguito della guerra civile, negli Stati Uniti si è assistito ad una depressione negli anni 70 dell’800 che ha contribuito ad un rallentamento dell’immigrazione.

Uno dei primi pezzi significativi della legislazione federale volta a limitare l’immigrazione era l’atto di Esclusione Cinese del 1882, che vietava ai lavoratori cinesi di venire in America. I californiani supportarono la nuova legge, riversando la colpa sui cinesi che volevano lavorare per meno di un abbassamento dei salari.

Per la maggior parte del 1900 il governo federale lascia decidere ai singoli stati per le leggi sull’immigrazione. Tuttavia nell’ultima decade del secolo il governo manifesta la necessità di regolamentare il flusso sempre crescente di immigrati e designa Ellis Island a New York Harbor vicino alla statua della libertà, come una stazione federale per l’immigrazione. Più di 12 milioni di immigrati entrarono negli USA attraverso Elllis Island durante i suoi anni di operatività dal 1892 al 1954.

Quello tra il 1880 e il 1920 fu un tempo di rapida industrializzazione e urbanizzazione, l’America ha ricevuto più di 20 milioni di immigrati. A partire dal 1890 la maggior parte degli arrivi veniva dall’Europa centrale, orientale e del sud. In quella sola decade circa 600 000 Italiani emigrarono in America ed entro il 1920 più di 4 milioni di Italiani entrarono negli USA . Gli ebrei dall’est dell’Europa, a seguito di persecuzioni religiose, arrivarono in grande numero; più di 2 milioni entrarono in America tra il 1880 e il 1920.

Dopo la guerra il congresso passa una legislazione speciale che proibiva a chi veniva dall’Europa. dell’est e dall’unione sovietica di entrare in America.A seguito della rivoluzione comunista a Cuba nel 1959, centinaia di migliaia di rifugiati da quell’isola ottennero l’accesso agli USA.

Nel 1965, il congresso passa l’Immigration and Nationality Act, che diede al via a quote in base alla nazionalità e permise agli Americani di chiamare i parenti dal loro paese di origine. Come risultato di questo atto e della conseguente legislazione la nazione sperimenta una variazione nella direzione delle imigrazioni. Oggi la maggior parte degli emigranti americani viene dall’Asia e dall’America Latina piuttosto che dall’Europa.

Adevia Health ha una lunga esperienza nel reclutamento di infermiere per gli ospedali negli USA. Negli anni abbiamo costruito eccellenti relazioni con due avvocati di immigrazione che facilitano l’immigrazione di professionisti del settore sanitario.

Musillo Unkenholt LLC è un servizio completo per la legge sull’immigrazione nel centro di Cincinnati, in Ohio e serve clienti negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

http://www.muimmigration.com/ Contact: Chris Musillo

Immigration Solutions Inc è un gruppo di individui con una grande esperienza in un largo spettro di aspetti sull’immigrazione. L’azienda è estremamente motivata e attenta all’urgenza dell’immigrazione.

http://www.immigrationsolutionsinc.com/ Contact: Leslie Davis

Le infermiere possono inoltre ottenere una buona visione d’insieme sul sito di immigrazione statunitense:

http://www.uscis.gov/portal/site/uscis